Centro Studi di AYURVEDA e YOGA

L’associazione è stata costituita a Genova nell’ottobre del 2000 dal Prof. Guido Nathan Zazzu, che ha conseguito il titolo di Vaidya presso il CILUS sotto la guida della Dott.ssa Lucia Tommasini Mattiucci, e di Specialista (Ayurveda Nishnat) presso l’Accademia Ayurvedica di Pune, India, sotto la guida del Prof. P. H. Kulkarni.

Corsi di YOGA

a cura di

GUIDO NATHAN ZAZZU

JYOTISH - Corso di astrologia vedica

L’astrologia vedica, conosciuta in India fin dai tempi più remoti come Jyotish, la “Scienza di Luce”, è un linguaggio in codice che permette di rivelare...

MEDITAZIONE del PLENILUNIO

sabato 4 novembre

ore 12.00

CONSULENZE e TRATTAMENTI

Il Centro offre l’opportunità di conoscere la propria costituzione psicofisica (Prakriti), la causa degli squilibri energetici che danno origine alla malattia e, di conseguenza, le indicazioni utili per riacquistare l’equilibrio psicofisico perduto e rimuovere le cause dei disagi...

La SCUOLA

Il Centro si è contraddistindo dal 2000 fino ad oggi per l’offerta costante di corsi di informazione, ma soprattutto di formazione sull’Ayurveda, sul massaggio indiano, sulla riflessologia e sugli Aspetti emozionali della malattia, sia nella sua sede di Genova...

16.10.2017
CENTROAYURVEDA e discipline complementari
Nessun commento
Al saggio Bharadvaja viene consegnato il messaggio dell’Ayurveda, che consisteva nella conoscenza di questi tre pilastri...eziologia, sintomatologia, terapia. Subito Charaka si prodiga ad aggiungere che...questi tre pilastri riguardano tanto gli individui in buona salute quanto i malati. Da questo ventiquattresimo versetto del primo capitolo si evincono due fondamentali concetti, il primo riguarda l’eziologia, ovvero la ricerca delle cause della malattia, che precede la sintomatologia, ovvero l’analisi dei sintomi con cui una malattia si manifesta; si tratta di un importante valutazione, che verrà poi confermata nel dettaglio in più parti del testo, riguardante la manifestazione della malattia, secondo la quale i sintomi appaiono come conseguenza di una causa, che potrebbe essere attiva da tempo, prima che si manifesti in una qualche forma che diviene appunto sintomo. La conoscenza delle cause è il punto saliente del secondo concetto, quando riguardi gli individui in buona salute; infatti la conoscenza delle cause, che inducono la malattia, è fondamentale per non ammalarsi. Se richiamiamo all’attenzione il primo dei tre valori dell’esistenza terrestre, così come l’avevano individuati i saggi, preoccupati dall’insorgenza delle malattie, il Dharma, inteso come rispetto delle regole per restare in armonia con l’ordine universale, si chiarisce ancora di più quale sia la visione dell’Ayurveda, relativamente allo stato di salute e alla malattia. La prevenzione – il termine non è del tutto appropriato, soltanto usato qui come indicazione approssimativa – secondo questa antica lettura del mondo, è la logica conseguenza di un naturale rispetto per il mondo circostante: l’individuo è collocato in un ambiente e con quello interagisce; questa interazione coinvolge tutti gli individui e ognuno di loro ha la responsabilità di mantenersi in salute anche per consentire a tutti gli altri di restare in armonia con l’ordine universale e di conseguenza la salute dell’individuo è causa primaria per la salute di tutti. Ho detto che prevenzione non è termine del tutto appropriato, in quanto questo termine ha assunto nella nostra cultura il senso di attuare un insieme di operazioni atte a contrastare il realizzarsi di eventi non desiderati, per cui, per esempio si pongono dei dissuasori per impedire che si transiti in un certo luogo al fine di evitare ingorghi o, come accade in tempi più recenti, aggressioni o attentati; in ambito medico si previene l’insorgenza dell’influenza nelle persone debilitate con una opportuna vaccinazione, da effettuare all’inizio della stagione, in cui quel malanno potrebbe diffondersi. Non è questo il significato da attribuire all’idea che ha l’Ayurveda di mantenersi in salute, perché non c’è bisogno di mettere in atto specifici interventi per contrastare l’insorgere della malattia, dovrebbe essere infatti sufficiente il rispetto delle regole per restare in armonia con l’ordine universale, e conseguentemente attenersi agli altri due valori dell’esistenza, Artha e Kama. Il primo dei tre pilastri indicati da Indra diviene così l’essenziale strumento per mantenere la salute e, contestualmente, il punto di partenza per affrontare lo studio della malattia, che si completa con l’analisi dei sintomi. Infatti, è nel contestualizzare la sintomatologia e nel risalire alle cause che sono all’origine di quei sintomi, che si potrà porre in atto la terapia. Soltanto questo percorso può riguardare gli individui che hanno perso la salute e si trovano nello stato di salute. L’estensore del versetto 24 aveva pertanto ben chiaro cosa riguardasse chi era in salute e chi invece era malato; distinzione di non poco rilievo, che fa dell’Ayurveda non soltanto una medicina, e neppure non soltanto un medicina preventiva, ma è filosofia di vita. Il versetto 24 si chiude con l’affermazione dell’eternità del dono di Indra...i tre pilastri sono eterni rivelati da Brahma fin dall’origine. L’ordine universale è contestuale alla Creazione dell’Universo, e in questo ordine si colloca anche l’Ayurveda.

ARCANI maggiori e minori

Il corso affronterà lo studio degli Arcani nella prospettiva evolutiva dell’anima quale percorso di vita degli uomini...

MASSAGGIO tradizionale indiano

Il massaggio del corpo, della testa, della bocca, del naso, è uno dei modi indicati per mantenere la salute, insieme alle norme igieniche, all’alimentazione, e alla pratica...

La nostra associazione è patrocinata dal SINAPE-FeLSA-CISL, P. SFC 029/17, Sindacato Confederale di Categoria, Discipline Bio Naturali e Discipline Olistiche per la Salute, ed è affiliato ad ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane), Settore Nazionale Arti Olistiche e Orientali DBN-DOS e a CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale), Settore Olistico Nazionale.

 

La nostra scuola, rispondendo ai requisiti previsti dal regolamento ASI e alle disposizioni europee in materia di istruzione e formazione continua e permanente, è accreditata come Scuola di Formazione Nazionale.

 

Il Presidente della nostra associazione, Prof. Guido Nathan Zazzu, è membro del Comitato Tecnico-Scientifico del SINAPE-FeLSA-CISL ed è membro del Comitato Scientifico dell’Università Popolare ANIDRA, Ente che svolge attività di formazione professionale, universitaria e post universitaria, riconoscendo ai partecipanti Crediti Formativi Universitari.

 

La nostra associazione è ammessa all’Università Popolare SCIVIAS Ildegarda di Bingen, Scuola di Formazione Capofila Nazionale per il Settore Nazionale Arti Olistiche e Orientali DBN-DOS.

 

Dette Università fanno parte della CNUPI (Confederazione Nazionale Università Popolari Italiane), Ente riconosciuto sin dal 1991 dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica.

Stampa Stampa | Mappa del sito
part. IVA 02246150995